Blog

Houzz

Ristrutturazioni in crescita nel 2019, lo dice Houzz, il sito leader nell’arredamento

Le previsioni per il 2019 sulle ristrutturazioni sono positive secondo Houzz. La sua ricerca, che ha coinvolto 600 professionisti italiani, afferma che ci sarà un aumento di fatturato e opportunità di lavoro. 

Le ristrutturazioni nel 2019 sono in crescita. A dichiararlo è Houzz, il sito leader nell’arredamento e punto di riferimento per la progettazione e la ristrutturazione. Ha pubblicato infatti lo studio annuale di settore, contenente una parte dedicata al mercato in Italia. In totale sono stati circa 600 i professionisti che hanno partecipato al sondaggio e dall’analisi delle loro risposte, si è potuto ricavare uno spaccato della situazione attuale in Italia del mondo delle ristrutturazioni. 

Le figure professionali coinvolte sono molte e con mansioni differenti: dalle aziende di costruzione a quelle di produzione di mobili; dagli architetti agli interior design fino agli artigiani. Il settore è molto ampio, ma in base ai dati raccolti, la crescita è generalmente prevista per ogni attività. 

Riflessione sul 2018: gli spunti positivi

La ricerca comincia innanzitutto con una riflessione generale sull’andamento 2018 nell’ambito delle ristrutturazioni. Guardando alle entrate, si può affermare che i risultati incoraggianti ottenuti nello scorso anno, hanno aumentato la positività da parte dei professionisti sull’aumento del fatturato per il 2019. La sensazione diffusa è quella di un generale miglioramento della situazione e quindi di una probabile maggior richiesta di interventi in termini di ristrutturazione.
Il rinnovo poi del Bonus Casa e un generale aumento della sensibilità nei confronti del comfort abitativo e dell’ambiente, hanno fatto crescere la fiducia in questi interventi, nonostante i costi non sempre irrisori.

I Dati

Per il 45% delle aziende intervistate i ricavi aumenteranno di almeno il 10%. Molto più positivi sono i professionisti, come architetti, interior designer e piccole aziende di costruzioni di mobili e suppellettili, dei quali oltre il 50% sostiene che si lavorerà di più nel 2019.

Nel 2018 il 51% delle aziende oggetto della ricerca ha dichiarato un aumento delle entrate, che per il 35% degli stesso sono state oltre il 10%. Il trend positivo ha avuto delle ottime ricadute anche sull’aumento dell’occupazione. Il 15% delle aziende infatti hanno potuto inserire in organico nuove figure professionali ed anche oltre il 10% degli architetti e degli interior designer ha esteso le collaborazioni.

Come sostenere la crescita

La positività che si respira nel settore fa si che le aziende si sentano maggiormente pronte ad investire in programmi di sostegno per l’aumento previsto dei guadagni.

Oltre il 50% delle aziende sottoposte ad analisi ha dichiarato che attiveranno progetti di marketing per promuovere le proprie attività e che mirano ad ottenere progetti con budget più alti in modo tale da avere una maggiore disponibilità per promozioni esterne.

Le aziende hanno capito che per mantenere livelli alti di produzione si deve realizzare una strategia comunicativa e promozionale costante nel tempo e bilanciata sugli obiettivi da conquistare. In un mondo dove la concorrenza è sempre più spietata, bisogna riuscire a vincere con la strategia più efficace. 

Elementi critici

La serenità per l’aumento delle entrate però ha dovuto fare i conti anche con alcune difficoltà che le aziende si sono trovate ad affrontare.

Bisogna innanzitutto vincere la ritrosia dei clienti per i costi di progettazione. Sono un aspetto che li preoccupa molto e che spesso è causa di rinuncia all’intervento di ristrutturazione.

Il problema si può risolvere proponendo ad esempio il Bonus Casa, che in Italia prevede uno sconto del 50% sulla dichiarazione dei redditi per i costi di ristrutturazione e per tutti gli interventi che vanno a migliorare la qualitativamente l’abitazione.

Sono un ottimo incentivo per i cittadini e tra le spese rimborsabili figurano anche le spese progettuali, i sopralluoghi e tutti i costi preliminari per i professionisti che dovranno poi eseguire il lavoro.

La generale poca disponibilità di liquidità che hanno i cittadini  hanno inciso anche sulla ricerca di nuovi clienti. Il 36% delle aziende infatti dichiara di aver faticato sotto quest’aspetto. In questo caso è necessario migliorare la comunicazione e la promozione di questi interventi e far capire a tutti che sono fondamentali per migliorare il parco edilizio italiano e garantire sicurezza e comfort alla maggior parte delle persone, che possono rientrare dell’investimento risparmiando. 

Uno sguardo internazionale

Houzz ha intervistato anche professionisti di altri Paesi, coinvolgendo nell’indagine oltre 8000 unità provenienti da
Stati Uniti, Canada, Australia, India, Nuova Zelanda, Giappone, Danimarca, Francia, Germania, Irlanda, Russia, Spagna, Svezia e Regno Unito. La sensazione generale è più o meno la medesima con percentuali che oscillano tra il 40% e il 71% di aziende che vedono in positivo il 2019.

Ciò che però preoccupa maggiormente è la preoccupazione legata ai costi, problema che appare ancora più forte all’estero, tranne che in Germania. Più di 2 aziende su 3 prevede per il 2019 un aumento di fatturato e come per l’Italia, anche all’estero la strategia vincente per cavalcare quest’onda positiva è incentivare le azioni di marketing

Un buon suggerimento strategico che arriva dai dati proveniente dall’estero è quella di migliorare l’interazione con il cliente, perché questo favorisce un ottimo passaparola e quindi la possibilità di ottenere nuovi clienti in maniera semplice.

Leave a comment